martedì , Dicembre 6 2022

Credito di imposta 28% autotrasporto: indicazioni e Faq

Il sito delle agenzia delle Dogane e Monopoli ha reso nota procedura per presentare domanda per credito imposta al 28%.

La cifra stanziata è destinata a compensare, tramite credito di imposta (28% dell’importo pagato per il carburante acquistato nel 1° trimestre 2022), il costo di gasolio sostenuto dalle imprese di autotrasporto merci conto terzi, per i mezzi superiori a 7,5 ton e di classe ambientale euro 5 o superiore.

Il credito sarà utilizzabile solo in compensazione su modello f24 unicamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dell’agenzia delle entrate, decorsi dieci giorni dalla trasmissione dei dati.

La domanda per accedere all’agevolazione va presentata attraverso un’apposita piattaforma predisposta dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli ancora da pubblicare. Dalle ultime notizie pare che non  sarà operativa prima del mese di settembre. Anche se, è stato precisato dal funzionario ADM che, l’accellerazione dei processi che si sta praticando potrebbe determinare una anticipazione dei tempi.

La procedura prevede un click day anche se i dirigenti del Mims sostengono che a loro avviso l’importo stanziato è capiente per tutti gli aventi diritto.

Nella domanda on line sarà prevista la compilazione di due excel (File Targhe e File fatture) contenenti i dati dell’impresa, i codici ateco, elenco fatture e totale importo richiesto nonché eventuali particolarità di specifica pertinenza dell’impresa, come ad esempio, l’identificativo di eventuali contratti di noleggio del veicolo senza conducente e le corrispondenti targhe.

Si consiglia di predisporre il prima possibile l’elenco delle fatture relative all’acquisto di gasolio sostenuto nel primo trimestre 2022 (per l’intero periodo 1/1 – 31/3 2022), avendo cura di quantificare per ognuna di esse la spesa lorda sostenuta, determinare il totale relativo al primo trimestre 2022 ed evidenziare escludendoli eventuali quantitativi di cui hanno usufruito mezzi che non hanno titolo al beneficio ed annotando le relative targhe.

In questa fase va presentata la sola domanda per il riconoscimento del credito di imposta del 28% sui costi del gasolio (successivamente il Mims darà indicazioni per presentare quella relativa al riconoscimento del credito di imposta per il costi sostenuti da adblue).

L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, sul proprio sito ha pubblicato le FAQ in materia di credito di imposta per gli autotrasportatori e di criteri di compilazione dell’istanza sulla piattaforma online. Clicca qui per le FAQ

La presentazione dovrà essere fatta con Spid o Cns.

Appena verrà aperto il portale ve ne daremo comunicazione.

Per ulteriori informazioni contattare:

Giada Conidi

Coordinatrice Sindacale CNA Fita – Autotrasporto

Tel. 0574 578555

giada.conidi@cnatoscanacentro.it

Controlla anche

CARO BOLLETTE: L’APPELLO UNITARIO AI PARLAMENTARI TOSCANI “SALVATE LE PICCOLE IMPRESE”

Piccole imprese come il soldato Ryan. L’appello a salvarle è partito da Firenze, dove le …

Imprese al bivio tra caro energia, inflazione e incertezze dei mercati. La mobilitazione di CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti della Toscana. Il 14.11.2022, ore 10.30, Firenze

Uniti, per affrontare insieme l’emergenza e chiedere al Governo e alle Istituzioni di ogni livello …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: