fbpx
venerdì , Maggio 20 2022

REGOLAMENTO PER LA STIPULA DI CONVENZIONI

Approvato dalla Presidenza Territoriale del………….

 

Indice

Art. 1 – oggetto

Art. 2 – finalità

Art. 3 – definizioni

Art. 4 – soggetti beneficiari

Art. 5 – tipologie di convenzione

Art. 6 – convenzioni territoriali di tipo A

Art. 7 – convenzioni territoriali di tipo B

Art. 8 – convenzioni territoriali di tipo C

Art. 9 – modalità di attivazione delle convenzioni

 

ART. 1 – OGGETTO

Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità per la stipula di convenzioni rivolte agli associati CNA Toscana Centro.

 

ART. 2 – FINALITA’

  1. La CNA Territoriale Toscana Centro, in attuazione dei principi fissati dallo Statuto, dal regolamento attuativo e dal Codice Etico, opera per l’affermazione nella società dei valori che attengono all’impresa, al lavoro, all’economia di mercato, promuovendo forme di collaborazione finalizzate al perseguimento di obbiettivi di progresso civile e di sviluppo.
  2. In particolare ai sensi dell’art. 2 comma 4 lettera g) la CNA Territoriale Toscana Centro assume iniziative atte ad ammodernare e sviluppare le imprese, a potenziare la loro produttività, a favorire la collocazione del loro prodotto sui mercati interni e internazionali e a ricercare nuove opportunità commerciali per gli associati.
  3. Le norme del presente regolamento sono finalizzate a definire una disciplina organica in materia di stipula di accordi di convenzione rivolti agli associati, nonché il rispetto dei principi di imparzialità, trasparenza e buon andamento dell’Associazione.

 

ART. 3 – DEFINIZIONI

  1. Ai fini del presente regolamento si intende per:

 

  1. a) convenzioni generali: ogni accordo stipulato dai livelli di articolazione confederale superiore (regionale e/o nazionale) sulla base di accordi da questi definiti e rivolti agli associati CNA;

 

  1. b) convenzioni territoriali: ogni accordo stipulato direttamente da CNA Toscana Centro e che si rivolge esclusivamente agli associati di quest’ultima;

 

  1. c) partnership commerciali: ogni accordo di partnership che oltre a prevedere contenuti di cui al punto precedente, prevede anche reciproci impegni commerciali ed una compartecipazione economica dell’Azienda convenzionata

 

ART. 4 – SOGGETTI BENEFICIARI

Salvo quanto diversamente previsto dagli specifici accordi, i beneficiari degli accordi di convenzione sono di 3 tipi:

  1. CNA Imprese/Imprenditori
  2. CNA Cittadini
  3. CNA Pensionati

 

In relazione ai diversi contenuti e tipologie, le convenzioni stipulate possono essere utilizzate da tutti gli Associati Cna Toscana Centro Imprese, Cittadini e Pensionati in regola con il pagamento delle rispettive quote associative tramite esibizione delle tessere e dichiarazione di regolarità.

Le convenzioni possono essere utilizzate anche dai dipendenti del Sistema Cna Toscana Centro solo se in regola con il tesseramento Cna Cittadini.

La decadenza dello status statutario di socio comporta l’esclusione automatica dai vantaggi previsti dalle convenzioni stesse.

 

ART. 5 – TIPOLOGIE DI CONVENZIONI

Sulla base di quanto contenuto all’art. 3, si stabilisce quanto segue:

  1. Le convenzioni generali, essendo stipulate dai livelli di articolazione superiore (regionale e/o nazionale), terranno conto dei criteri da questi stabiliti per i contenuti ed i vantaggi definiti per gli associati, ed in quanto tali non potranno essere oggetto di ulteriori modifiche
  2. Le convenzioni territoriali si articolano in 3 tipologie:
  3. Convenzioni stipulate con fornitori territoriali di beni e/o servizi associati a CNA Toscana Centro
  4. Convenzioni stipulate con professionisti associati a CNA Toscana Centro
  5. Convenzioni stipulate con partner e/o fornitori di beni e/o servizi di livello regionale e/o nazionale

 

Le Aziende e/o professionisti aderenti alle convenzioni territoriali sono tenuti a:

  • chiedere l’esibizione della tessera e dichiarazione al richiedente per verificare la regolarità associativa;
  • fornire annualmente entro il 31 gennaio a Cna Toscana Centro Ufficio Sviluppo un resoconto sull’utilizzo della convenzione tramite apposito modello di riepilogo fornito;
  • promuovere la convenzione con i propri canali e verso i propri clienti.

 

ART. 6 – CONVENZIONI TERRITORIALI DI TIPO A)

Le convenzioni territoriali di cui al punto A dell’art. 5 comma 2, rappresentano un’opportunità rivolta ai titolari di CNA CITTADINI CARD.

Grazie a questa card tutti i privati cittadini, con una quota di adesione annuale, possono usufruire di opportunità e servizi offerti da fornitori di beni e/o servizi associati a CNA Toscana Centro.

La card CNA Cittadini darà diritto ad agevolazioni, riduzioni e sconti sull’acquisto di beni e servizi offerti dagli artigiani e dalle imprese associate a CNA che aderiscono e stipulano una convenzione sulla base del progetto nazionale.

Tutte le imprese associate a CNA Toscana Centro, che ne faranno richiesta, potranno compilare la relativa modulistica (di cui all’allegato 1 del presente regolamento), stabilita dal progetto nazionale, che deve contenere in modo chiaro e trasparente le offerte rivolte ai soci CNA.

La validità della convenzione è legata sia al mantenimento dell’adesione da parte del fornitore a CNA Toscana Centro, sia al corretto comportamento trasparente nell’applicare le agevolazioni stabilite per i soci CNA.

 

ART. 7 – CONVENZIONI TERRITORIALI DI TIPO B)

Le convenzioni territoriali di cui al punto B dell’art. 5 comma 2, rappresentano un’opportunità rivolta ai soci CNA Imprese, CNA Pensionati e CNA CITTADINI.

I professionisti che vorranno stipulare una convenzione con CNA Toscana Centro, dovranno farne richiesta attraverso apposita modulistica (di cui all’allegato 2 del presente regolamento), in cui dichiarano, la propria adesione a CNA Toscana Centro e, in modo chiaro e trasparente, i contenuti delle offerte e delle agevolazioni previste per gli associati CNA.

La validità della convenzione è legata sia al mantenimento dell’adesione da parte del professionista a CNA Toscana Centro, sia al corretto comportamento trasparente nell’applicare le agevolazioni stabilite per i soci CNA.

 

ART. 8 – CONVENZIONI TERRITORIALI DI TIPO C)

Le convenzioni territoriali di cui al punto C dell’art. 5 comma 2, rappresentano un’opportunità rivolta ai soci CNA Imprese, CNA Pensionati e CNA CITTADINI.

In questo caso si tratta di partner, fornitori di beni e/o servizi, che solitamente svolgono la propria attività su scala regionale, nazionale, comunque di livello sovraprovinciale.

Ne possono essere esempi, non esaustivi, banche, assicurazioni, fornitori di energia, gas, fibra, prestazioni sanitarie, ecc.

In questi casi le convenzioni che saranno stipulate dovranno prevedere:

  1. Quota adesione del partner a CNA Toscana Centro
  2. Offerte vantaggiose chiare e trasparenti per associati CNA
  3. Esclusività della convenzione rispetto ad altre associazioni competitor, laddove possibile
  4. Partnership commerciale reciproca
  5. Azioni di co-branding e co-marketing
  6. Disponibilità del partner ad investire in programmi di promozione verso gli associati

 

La validità della convenzione è legata al rispetto di tutti i principi stabiliti di cui al punto precedente.

 

ART. 9 – MODALITA’ DI ATTIVAZIONE DELLE CONVENZIONI

La richiesta di stipula di convenzioni, di cui al tipo A e B dovrà essere presentata tramite l’apposita procedura online attivabile dal sito web dell’Associazione.

In tali casi, l’ufficio sviluppo, una volta verificato il rispetto dei requisiti richiesti dalla modulistica, si occuperà della pubblicizzazione delle stesse su aree apposite del sito web, nonché del mantenimento degli elenchi dei fornitori convenzionati.

Potrà inoltre svolgere a campione, verifiche sul rispetto dei requisiti delle convenzioni stipulate.

La richiesta di stipula di convenzioni di cui al tipo C, sarà invece oggetto di negoziazione tra la direzione e il partner; sarà soggetta ad apposita approvazione da parte della Presidenza Territoriale.

Una volta stipulata la convenzione, l’ufficio comunicazione si occuperà della pubblicizzazione delle stesse su aree apposite del sito web, e dei piani editoriali delle campagne comunicative a supporto della convenzione.

L’ufficio sviluppo sarà il referente operativo del mantenimento dei rapporti commerciali reciproci che derivano dalla convenzione stessa.

 

Tutte le proposte di convenzione territoriale dovranno avere le seguenti caratteristiche:

  • offrire condizioni di particolare favore ai soci di Cna Toscana Centro;
  • essere valide almeno fino al 31 dicembre dell’anno in cui vengono proposte.

 

ART. 10 – RINNOVO DELLE CONVENZIONI

 

Cna Toscana Centro ed il soggetto in convenzione possono recedere dalla convenzione stessa in qualsiasi momento mediante comunicazione via pec. La convezione si annulla a decorrere dal quindicesimo giorno successivo dal ricevimento della posta elettronica certificata di recesso.

Le Aziende convenzionate nei rapporti di cui ai punti B e C dell’art. 5 comma 2, possono rinnovare annualmente la convenzione entro il 30 novembre tramite la modalità di cui all’art. 9 che verrà valutata anche in virtù del gradimento dimostrato dai soci.