fbpx

Il Patronato Epasa-Itaco e CNA Pensionati Toscana Centro lanciano a Prato e Pistoia la sperimentazione per un welfare 4.0 con un laboratorio costruito sull’intelligenza digitale per “entrare nel futuro, ma restando umani”

Costruire una rete territoriale di soggetti pubblici e privati che garantiscono servizi nel campo del welfare territoriale di Prato e Pistoia e connetterli, grazie a tecnologie di ultima generazione e all’intelligenza artificiale, ai bisogni contingenti e reali del territorio, dei cittadini e delle famiglie, che saranno mappati e intermediati da CNA e da tutto il sistema del Patronato CNA EPASA-ITACO per offrire risposte immediate, con soluzioni innovative.

Tutto questo è Orizzonte Welfare, un laboratorio che punta ad innovare le reti di protezione sociale nel terzo millennio che partirà come sperimentazione proprio dai Patronati di CNA Toscana Centro distribuiti sul territorio. Come ? A spiegarlo è stato il convegno organizzato da CNA Pensionati Toscana Centro e CNA Sociale che ha messo sul piatto tutti i nuovi servizi e le opportunità di un sistema di welfare 4.0 con gli interventi di Luciano Bartolotti, Presidente di CNA Pensionati Toscana Centro, il dott. Valter Marani Direttore nazionale del Patronato Epasa-Itaco, Lauro Scarpi Responsabile dei servizi fiscali di CNA Toscana Centro e Gianna Magrini, Direttore del Patronato Epasa-Itaco di CNA Toscana Centro. L’incontro è stato moderato da Silvia Rossi coordinatore di CNA Pensionati Toscana Centro.

Cna Toscana Centro rappresenta una grande forza sociale, una comunità che raggruppa 25.000 soci, oltre 6.000 imprenditori e imprese, oltre 10.000 soci pensionati e circa 8.000 soci cittadini.

Come sottolineato da VALTER MARANI Direttore generale del Patronato EPASA-ITACO, “abbiamo colto questa occasione per parlare di come la rivoluzione digitale, le nuove tecnologie, la robotica, l’invecchiamento progressivo della popolazione e la denatalità cambieranno il volto dei bisogni dei cittadini, ora coperti da un welfare inadeguato perché tagliato sui canoni che vanno interamente rinnovati. Davanti a noi abbiamo un futuro fatto di digitalizzazione e di dati che non possono essere solo strumento commerciale ma che presentano grandi opportunità se indirizzati correttamente verso obiettivi diversi e più rispettosi dell’uomo. Questo è quello che puntiamo a fare con il nostro progetto. La sfida che il nostro Paese e l’Europa si trovano davanti infatti è proprio quella di costruire un sistema di welfare in grado di proteggere tutti, senza lasciare indietro nessuno. Negli ultimi 50 anni abbiamo vissuto un balzo culturale enorme, sul piano scientifico, tecnologico ed economico, però i bisogni delle persone sono rimasti gli stessi, tutti dobbiamo poter contare di una rete di protezione, di certezze e di sicurezze, e in questo senso i Patronati, con il supporto della tecnologia, sono la chiave di volta per cambiare volto all’intero sistema di welfare e su questo si baserà il laboratorio Orizzonte Welfare che partirà a breve anche a Prato e Pistoia”.

La costruzione di questa nuova rete sociale che vedrà come snodo centrale i Patronati, ha precisato il Presidente di CNA Pensionati Toscana Centro LUCIANO BARTOLOTTI rappresenta “un’operazione non solo innovativa ma anche coraggiosa che però non può prescindere dall’interazione umana. Dobbiamo utilizzare tutte le opportunità fornite dall’intelligenza artificiale ma non possiamo sostituirla al necessario rapporto umano, ed è qui che entra in gioco l’Associazione con i propri servizi e i propri esperti in grado di garantire la prossimità e l’immediatezza delle risposte alla popolazione, utilizzando sistemi avanzati ma gestiti da persone formate che possiedono già un patrimonio fiduciario nei confronti della popolazione. Con questi nuovi strumenti, CNA, forte del patrimonio di credibilità e fiducia costruito in decenni di servizi alle persone, si candida a soddisfare i bisogni di famiglie, imprenditori, dipendenti, e a connetterli con le opportunità di welfare fornite da istituzioni, cooperative, imprese. I Patronati saranno il ponte operativo, la rete che unirà  tutti i soggetti  che possono soddisfare le esigenze di tutta la comunità del nostro territorio”.

 Ad entrare nel merito di tutto l’infinito pianeta di servizi accessibili che tutti i cittadini possono trovare in CNA Toscana Centro – che garantiscono assistenza e consulenza per ogni problematica quotidiana che spazia dai contributi per le necessità familiari ai piani pensionistici e contributivi, dalle prestazioni fiscali  al sostegno al reddito, dalle tematiche legate a lavoro e disoccupazione alle malattie per infortuni e invalidità, dalla gestione domiciliare affidata a badanti e colf alle pratiche per immigrati – sono stati poi Lauro Scarpi Responsabile dei servizi fiscali di CNA Toscana Centro e Gianna Magrini, Direttore del Patronato Epasa-Itaco di CNA Toscana Centro.

Controlla anche

Settore tessile e moda – CNA nazionale lancia un’indagine online – Rispondi qui al questionario !!

Per cogliere lo stato di salute del Sistema Moda, CNA ha avviato un’indagine online rivolta …

CNA Impresa Donna Toscana Centro lancia Know & Share: un ciclo di 4 incontri tra imprenditrici per fare rete. Pasquali: “Le imprese in rosa crescono ma sono ancora tanti gli ostacoli da rimuovere”

Quasi 14.000 imprese femminili attive sono state registrate nel 2023 dalla C.C.I.A.A., di cui oltre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.