martedì , Dicembre 6 2022

NUOVO CREDITO DI IMPOSTA ENERGIA E GAS – Attiva subito il servizio di CNA Toscana Centro !!!

Il recente DL “Aiuti ter” ha nuovamente aggiornato la legislazione emergenziale per fronteggiare gli effetti del caro energia, con alcune misure orientate a contenere gli effetti dei rincari almeno per i prossimi due mesi. Con riferimento alle misure di maggiore interesse, vengono prorogati per i mesi di ottobre e novembre i crediti d’imposta istituiti a favore delle imprese per compensare i maggiori costi sostenuti per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale, innalzandone al contempo le aliquote percentuali e l’applicazione alle imprese dotate di contatori con potenza uguale o superiore a 4,5 KW.

Per garantire questa nuova opportunità a tutte le aziende associate, CNA Toscana Centro ha attivato un nuovo servizio dedicato al calcolo del Credito di Imposta da recuperare

MODALITA’ DI ACCESSO AL SERVIZIO

Tutte le imprese interessate alle agevolazioni possono inoltrare domanda di accesso al nuovo servizio “Recupero credito di imposta” semplicemente compilando l’apposito

FORM  

o inviando una mail a  energia@cnatoscanacentro.it

 

COSA PREVEDE LA NUOVA MISURA

ENERGIA ELETTRICA 

Imprese non energivore e dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW: credito di imposta al 30% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica effettivamente utilizzata nei mesi di ottobre e novembre 2022, qualora il prezzo della componente energia, calcolato sulla base della media riferita al terzo trimestre 2022, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019

Imprese energivore: credito d’imposta al 40% delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nei mesi di ottobre e novembre 2022, qualora i costi per kWh della componente energia, calcolati sulla base della media del terzo trimestre 2022, abbiano subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019

 

GAS

Imprese non gasivore: credito di imposta al 40% della spesa sostenuta per l’acquisto del medesimo gas consumato nei mesi di ottobre e novembre 2022, qualora il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media riferita al terzo trimestre 2022 dei prezzi di riferimento pubblicati dal Gestore dei mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019

imprese gasivore: credito di imposta nella misura del 40% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas naturale consumato nei mesi di ottobre e novembre 2022, qualora il prezzo di riferimento del gas naturale calcolato come media riferita al terzo trimestre 2022 dei prezzi di riferimento pubblicati dal Gestore dei mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019

Riepilogo dei bonus energia elettrica e gas a seconda dei diversi periodi di riferimento

Soggetti beneficiari I trimestre 2022 II trimestre 2022 III trimestre 2022 Ottobre e novembre 2022
Imprese energivore 20% 25% 25% 40%
Imprese non energivore 15% 15% 30%
Imprese gasivore 10% 25% 25% 40%
Imprese non gasivore 25% 25% 40%

 

ULTERIORI SPECIFICHE INTRODOTTE DALLA NORMA

Fruibilità del contributo straordinario sotto forma di credito di imposta riconosciuto per il terzo trimestre 2022: entro 31 marzo 2023

I beneficiari dei richiamati crediti di imposta, a pena di decadenza dal diritto alla fruizione del credito non ancora utilizzato, devono inviare all’Agenzia delle Entrate un’apposita comunicazione sull’importo del credito maturato nell’esercizio 2022. L’Agenzia definirà con proprio provvedimento il contenuto e le modalità di presentazione della comunicazione entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente DL.

Il Decreto prevede inoltre che, qualora l’impresa destinataria del contributo, nel terzo trimestre dell’anno 2022 e nei mesi di ottobre e novembre 2022, si sia rifornita di energia elettrica o di gas naturale dallo stesso venditore da cui si riforniva nel terzo trimestre dell’anno 2019, il venditore entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito d’imposta, invia al proprio cliente, su sua richiesta, una comunicazione nella quale sono riportati il calcolo dell’incremento del costo nonché l’ammontare del credito d’imposta spettante.

L’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (ARERA) definirà con proprio atto, entro dieci giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del DL, il contenuto della predetta comunicazione (e presumibilmente anche il termine entro cui sarà possibile presentare la richiesta ai venditori) e le sanzioni in caso di mancata ottemperanza da parte del venditore.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO

Per garantire questa opportunità al maggior numero di aziende associate, CNA, insieme ad Ali Energia, società con cui collaboriamo e che si occupa di gestione energetica, ha predisposto un servizio per la verifica dei criteri di accessibilità al credito d’imposta e all’importo che sarà possibile portare in compensazione.

Clicca QUI per accedere al servizio

Controlla anche

CNA Costruzioni: Nuovo Questionario di Indagine sulle difficoltà di cessione del crediti e sulle modifiche al Superbonus 110%

CNA Costruzioni lancia una nuova indagine tra gli imprenditori del settore edilizia, impiantistica e serramenti. …

Al via la dodicesima edizione di Eye Prato. I ragazzi sono chiamati a realizzare progetti innovativi: il migliore potrà diventare una start up

Cento ragazzi a scuola di impresa etica. Al via la dodicesima edizione di Eye Prato …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: